Curriculum del lettore

Da un’idea di Rita Fortunato del blog Paroleombra è nata, lo scorso mese di giugno, l’iniziativa #CurriculumDelLettore. I curriculum che abbiamo stilato e spedito nella nostra vita lavorativa − un elenco di date, qualifiche, voti e competenze varie − sono davvero lo specchio della nostra persona e della nostra evoluzione? Il racconto dei libri che, dall’infanzia all’età adulta, ci hanno segnato può essere decisamente più attendibile.

Continua a leggere

Lingua madre

Prima del mio trasferimento all’estero, non avevo mai riflettuto in profondità sul concetto di lingua madre. Ho studiato diverse lingue straniere, ho viaggiato abbastanza e mi sono sempre considerata una “cittadina del mondo” (o, per lo meno, dell’Europa).

Da quando vivo in  Germania e la lingua della mia quotidianità, del mio lavoro, delle relazioni interpersonali è un’altra, il legame con la mia lingua madre si è − paradossalmente, forse − rafforzato e ho iniziato a percepirne tutta la forza.

Continua a leggere

Sul comodino (le vacanze in Italia, sennò, a che servono?)

Sono stata in vacanza. Il mondo virtuale e, credo, anche quello reale non se ne sono nemmeno accorti, ma sono sparita per una decina di giorni. Vacanze italiane, ovviamente: fa parte della vita da emigrante. Ogni ritorno a Torino ha un sapore agrodolce, ogni ritorno a Torino mi sembra che chiuda un cerchio, ogni ritorno a Torino mi rende più chiaro che lì ci sono le mie radici ma la mia vita è ormai da un’altra parte. Però, tornare in Italia da turista ha indubbi vantaggi. Tipo, tornare con diciotto nuovi libri in valigia.

Continua a leggere