Nel diorama: Viaggi, miraggi e romanzi

a cura di Leonardo Niglia

A Bellapais, sull’isola di Cipro, c’è un’antica abbazia abbandonata, dalle cui finestre a sesto acuto prive di vetrate arriva la luce chiara e azzurra del Mediterraneo e il profumo dolce degli amari limoni che crescono sull’isola. E si chiama proprio Amari limoni di Cipro, il diario-romanzo che il purtroppo dimenticato (in Italia) Lawrence Durrell ha dedicato alla sua esperienza sull’isola a metà degli anni 50, ad attirarmi come un magnete alle spiagge mitiche e selvagge, alle dolci colline ondulate di questo gioiello che emerge dalle acque azzurre del Mediterraneo, estremo avamposto europeo posto di fronte a Turchia, Libano e Siria. Dove, se imposti il navigatore la prima città suggerita con la lettera A è Aleppo, con le sue bombe a 350 chilometri in linea d’aria. Può un libro condizionare un destino e far nascere passioni, viaggi, portarci a ripercorrere come nostalgici archeologi i passi di uomini che ormai sono polvere? O forse è il contrario, e sono le nostre vite, i viaggi che facciamo e i contorti itinerari che sfuggono alle mappe satellitari e alle geolocalizzazioni ad attirarci verso i libri e i loro autori. In epoche che vibrano dentro di noi come gli echi di un’antica radiazione.

Continua a leggere

VIVERE ALTROVE di Marisa Fenoglio

Marisa Fenoglio, sorella del più celebre Beppe, ha scritto ormai vent’anni fa il romanzo autobiografico Vivere altrove (Sellerio), diventando un’esponente di rilievo della letteratura interculturale in Germania – o, come viene spesso provocatoriamente denominata, della Gastarbeiterliteratur.

Continua a leggere

Recensioni d’autore – ELEANOR OLIPHANT STA BENISSIMO di Gail Honeyman

Laura Mercuri, psicoterapeuta e scrittrice, sogna di trasferirsi in un bel cottage in Inghilterra ma nel frattempo vive vicino a Roma col figlio e il marito. I suoi romanzi Ogni tuo silenzio (2016, De Agostini) e Il solo modo per coprirsi di foglie (2016, De Agostini) sono stati anche tradotti all’estero. Per Marginalia ha letto e recensito Eleanor Oliphant sta benissimo di Gail Honeyman.

Continua a leggere

Sie breve e arguto – Cees Nooteboom

Ho scoperto Cees Nooteboom solamente qualche mese fa, venendo per puro caso a conoscenza della sua passione per Eugenio Montale, ed è stato colpo di fulmine.

Gran parte della sua produzione è stata tradotta in Italia da Iperborea, che dal 2000 ad oggi ha pubblicato in media un libro di Nooteboom ogni due anni: gli ultimi sono stati Le volpi vengono di notte, Tumbas. Tombe di poeti e pensatori e, nel 2017, Cerchi infiniti. Viaggi in Giappone (che non ho letto ma leggerò di certo, almeno i primi due). Nel 2016, inoltre, Einaudi ha accolto nella sua serie bianca la silloge Luce ovunque (2012-1964).

Insomma, l’autore olandese sembra godere da tempo di un certo riconoscimento anche in Italia – a differenza del suo connazionale, altrettanto bravo, Harry Mulisch, di cui ho parlato qui.

Continua a leggere

LE ASSAGGIATRICI di Rosella Postorino

È uscito il nuovo numero di Magma, il magazine per gli italiani in Germania. Come sempre, vi racconto un libro: questa volta tocca al bellissimo Le assaggiatrici di Rosella Postorino.

Qui potete sfogliare l’intero numero di Magma gratuitamente in digitale, mentre per richiedere una copia cartacea potete scrivere a redazionemagma@gmail.com.