Sie breve e arguto – Cees Nooteboom

Ho scoperto Cees Nooteboom solamente qualche mese fa, venendo per puro caso a conoscenza della sua passione per Eugenio Montale, ed è stato colpo di fulmine.

Gran parte della sua produzione è stata tradotta in Italia da Iperborea, che dal 2000 ad oggi ha pubblicato in media un libro di Nooteboom ogni due anni: gli ultimi sono stati Le volpi vengono di notte, Tumbas. Tombe di poeti e pensatori e, nel 2017, Cerchi infiniti. Viaggi in Giappone (che non ho letto ma leggerò di certo, almeno i primi due). Nel 2016, inoltre, Einaudi ha accolto nella sua serie bianca la silloge Luce ovunque (2012-1964).

Insomma, l’autore olandese sembra godere da tempo di un certo riconoscimento anche in Italia – a differenza del suo connazionale, altrettanto bravo, Harry Mulisch, di cui ho parlato qui.

Continua a leggere

Sie breve e arguto ~ Giorno della Memoria

Quest´anno, per il Giorno della Memoria, ho pensato di presentarvi tre libri recenti, di tre generi diversi (un graphic novel, una raccolta di racconti e un romanzo).

È vero, la letteratura sulla Shoah è già abbastanza nutrita, ma trovo bello e significativo  che ci siano giovani autori che ancora si confrontano, offrendo una nuova voce e una nuova prospettiva, con un tema così complesso e terribile. (Ed è tanto più bello e significativo di questi tempi, in cui purtroppo non è raro trovare chi la memoria, invece, ce l´ha corta.)

Continua a leggere

Sie breve e arguto ~ ITALIANI

Sie breve e arguto in video, si parla di:

– “Adieu mon coeur” di Angelo Calvisi (CasaSirio)

– “La corda sensibile” di Paola Boggi (Transeuropa)

– “Il tempio della piccola foresta” di Stefano Merenda (Algra Editore)

– “Una storia quasi solo d´amore” di Paolo Di Paolo (Feltrinelli)

– “Macerie” di Claudio Piras Moreno (autopubblicato)