LE REGINE DELLO SWING di Gabriele Eschenazi

trio-lescano-5_f33Da quando sono bambina so canzoni come Tulipan, Maramao perché sei morto e Il pinguino innamorato e ogni tanto me le canticchio. Non chiedetemi chi me la insegnate e com’è possibile che io le conosca, essendo canzoni degli anni Trenta e Quaranta, perché proprio non he ho idea. Non molto tempo fa, mi sono resa conto di non sapere nemmeno di chi fossero e come suonassero gli originali, e così ho rimediato. Da lì ad appassionarmi alle vicende del Trio Lescano, il passo è stato breve…

La storia delle tre sorelle Leschan — Alexandra, Judik e Kitty — è controversa e piuttosto misteriosa. Ebree olandesi, arrivano in Italia negli anni Trenta insieme alla madre Eva ed approdano all’Eiar (Ente Italiano Audizioni Radiofoniche) di Torino, diventando in breve tempo delle icone della radio. Il loro cognome, com’era d’obbligo ai tempi del fascismo, viene italianizzato in Lescano, i loro nomi in Sandra, Giuditta e Caterinetta.

Il repertorio frivolo, l’accento “esotico” e la musica swing declinata all’italiana scatenano una vera e propria “rivoluzione musicale” in Italia; le canzoni del Trio Lescano accompagnano l’Italia durante gli anni della Seconda guerra mondiale.

Questo folgorante successo nasconde però dele insidie. Toccherà anche a loro di essere coinvolte nei tragici eventi di quel periodo storico, anche ma non solo per la loro origine (nel frattempo sono state, infatti, varate le leggi razziali): si credeva, infatti, che le  canzonette che cantavano nascondessero messaggi in codice per gli Alleati. Ci sono opinioni contrastanti su alcuni avvenimenti (come le modalità dell’arresto a Genova da parte dei nazisti e la breve permanenza in carcere), che nemmeno Eschenazi è riuscito a chiarire; ciò che è sicuro è che, a partire dal 1943, il Trio Lescano viene cancellato dai programmi radiofonici e, un po’, anche dalla memoria collettiva. Sandra, Giuditta e Caterinetta lasciano Torino insieme alla madre e si rifugiano prima nel Canavese e poi a Saint-Vincent.

Dopo la guerra, le tre sorelle Leschan non riescono a reinserirsi nel mondo dello spettacolo italiano. Decidono quindi di emigrare in Sudamerica ma Caterinetta, che in Italia ha trovato l’amore, abbandona il trio. Sandra e Giuditta trovano una “sostituta”, la ventunenne Maria Bria, con la quale non correrà, per tutto il periodo della loro collaborazione, buon sangue. Malgrado il successo in Argentina, Uruguay, Paraguay, Colombia, Bolivia e Venezuela, il nuovo Trio Lescano, nel 1952, interrompe per sempre la sua attività.

Gli ultimi anni delle sorelle Leschan e di Maria Bria vengono pure raccontati da Eschenazi: “nessuna di loro prosegue la carriera di artista ritrovandosi a progettare una vita completamente diversa e molto più difficile“. Da quel momento in poi, le Lescano non vogliono quasi più parlare del proprio passato.

Consiglio la lettura di questo breve saggio innanzitutto perché può considerarsi non solo la storia del trio vocale, ma anche uno spaccato del nostro Paese ai tempi del fascismo. Per di più, il Trio Lescano ha segnato la musica italiana ed è sicuramente interessante conoscerne le vicissitudini (peraltro, decisamente fuori dal comune).

Il libro è interessente e ben documentato, il giornalista Gabriele Eschenazi ha raccolto testimonianze e ricomposto un puzzle non così facile. Lo stile non è dei più scorrevoli, anche se vorrebbe esserlo, ma i contenuti ne fanno valere comunque la pena.

Alle vicende raccontate, si è ispirata (fino all’emigrazione in Sudamerica) l’omonima fiction Rai, andata in onda nel settembre 2010. Come specifica Eschenazi nell’introduzione, “tra libro e film non c’è sovrapposizione, ma completamento“. Perciò, vi consiglio anche la visione della fiction (che però, come ha precisato il regista e com’è prevedibile, spesso e volentieri “romanza” la realtà), che trovate sul portale Rai dedicato.

 

978880620273GRAAutore: Gabriele Eschenazi
Titolo: Le regine dello swing. Il Trio Lescano: una storia fra cronaca e costume
Pagine: 100
Editore: Einaudi
Prezzo: € 12,00 (cartaceo), € 6,99 (e-book)
Acquistalo subito su Amazon in cartaceo oppure in e-book!

Lascia un commento