MONACO D´AUTORE di AA. VV.

A Monaco c´è un gruppo di scrittori italiani, tutti pubblicati, che grazie a Morellini Editore ha potuto raccontare la sua città d´adozione: un progetto notevole, probabilmente unico nella storia della letteratura interculturale. L´antologia Monaco d´autore, che esce quest´oggi in Italia, è stata presentata in anteprima lo scorso 15 settembre proprio nel capoluogo bavarese.

piatto-monaco-autoreMarco Montemarano, dopo aver partecipato col racconto Conversazione romana a Roma d´autore, si è fatto promotore di Monaco d´autore, la cui realizzazione è avvenuta nel tempo record di nemmeno otto mesi: un progetto di cui si è definito, e a ragione, orgoglioso.

La fortunata collana Città d´autore, dopo Roma e Milano (e prima di Bologna), accoglie una città estera. E lo fa  — come ha sottolineato Gabriella Kuruvilla, curatrice della collana e illustratrice — componendo ancora una volta un puzzle di idee e punti di vista, proprio come la copertina è un puzzle di simboli in cui riconoscere la città.

Che gli autori siano molto eterogenei si nota non solo dai dati biografici (tra di loro ci sono un top manager, un dantista, la caporedattrice di una rivista enogastronomica, un grafico pubblicitario, un bancario che fa anche il lit-blogger), ma soprattutto dalla varietà di generi e temi. Accanto a gialli/thriller troviamo storie d´amore e d´amicizia, di passioni, ricatti e vendette, e ancora racconti a sfondo storico (che può essere il Quattrocento così come la Seconda guerra mondiale).

Scrivere racconti non è affatto facile: i dodici autori se la cavano egregiamente, con risultati eccezionali nel caso, ad esempio, di Heike di Marco Montemarano (un triangolo amoroso, una narrazione struggente e — azzarderei — perfetta) e Westpark. Una fiaba per adulti di Valeria Vairo (un cagnone salva umani dalla loro estenuante corsa verso la perfezione: un racconto sul senso della vita, da leggere e rileggere).

I protagonisti non sono sempre italiani (sono tedeschi, sì, ma anche polacchi e indiani), quando lo sono fanno inevitabilmente interrogare sull´esperienza dell´emigrazione. Esemplari in questo senso il racconto di Marco Patrone, La vita è un´arena, che su sfondo calcistico mostra il conflitto di classe tra italiani (un bancario e un cuoco di Eataly), e quello di Stefano Merenda, L´onda, che racconta di una giovane laureata che trova a Monaco il suo futuro professionale — e l´onda per surfisti più famosa d´Europa.

Monaco è sempre presente, nella toponomastica e a livello suggestivo: il centro e i quartieri periferici, i cimiteri e le discoteche, i parchi e l´Isar, l´Allianz Arena. Eppure non risulta mai troppo invadente. Monaco d´autore è una raccolta di racconti su Monaco — una Monaco ben lontana dai cliché, che verrà di certo riconosciuta da chi ci vive o la conosce — ma anche una raccolta di racconti semplicemente ambientati a Monaco, godibilissima anche per chi a Monaco non ci è mai stato (ma, dopo averla letta, vorrà sicuramente andarci).

I racconti:
Binario Nove di Silvia Di Natale
Le parole desiderate di Mauro Falcioni
Blutenburg di Francesco Fioretti
Kunstpark Ost di Elisa Hermann
Il fantasma del consolato di Florinda Klevisser
Cartoline da Monaco di Gabriella Kuruvilla
L’onda di Stefano Merenda
Heike di Marco Montemarano
Come Monaco Franze di Simona Morani
La vita è un’arena di Marco Patrone
Parte lesa di Nino Treusch
Westpark. Una fiaba per adulti di Valeria Vairo
***
AA.VV., Monaco d´autore, 240 pagine, 2016

3 pensieri riguardo “MONACO D´AUTORE di AA. VV.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *