PENTIRSI DI ESSERE MADRI di Orna Donath

Orna Donath è una giovane sociologa israeliana che, nei suoi studi, ha affrontato in particolar modo il rapporto tra la società e le madri. In questo suo saggio Pentirsi di essere madri racconta le storie di alcune donne “che tornerebbero indietro”.

Sociologia di un tabù, recita il sottotitolo: è innegabile che, nella nostra società, il sentimento del pentimento materno non abbia voce – e non si vuole nemmeno che la abbia, considerando i dibattiti che la pubblicazione di questo studio ha acceso in tutto il mondo.

Continua a leggere

L’AFFARE VIVALDI di Federico Maria Sardelli

L’affare Vivaldi di Federico Maria Sardelli è un romanzo eccezionale e sorprendente.

Sardelli, uno dei massimi esperti di Antonio Vivaldi, ricostruisce in questo suo esordio da narratore – con dovizia documentaria e grandissima ironia – le vicissitudini dei manoscritti del compositore delle Quattro Stagioni.

Una storia che, per quanto possa sembrare invenzione narrativa, “è davvero andata così”, come ribadisce lo stesso autore nella sua nota.

Continua a leggere

VATER UND SOHN di E.O. Plauen

Topolino ai tempi del nazismo

di Matteo Mastragostino

Quando nel 1934 il Berliner Illustrirten Zeitung indisse un concorso per “un’idea simile a Topolino”, Erich Ohser presentò il suo progetto.

Ohser aveva trent’anni ed era un disegnatore satirico che ormai da anni non riusciva più a lavorare. A causa della sua chiara opposizione al nazismo gli venne negata l’iscrizione alla Reichspressekammer, la camera della stampa del Reich, e quindi il permesso di continuare la sua carriera.

Continua a leggere

Sie breve e arguto ~ Giorno della Memoria

Quest´anno, per il Giorno della Memoria, ho pensato di presentarvi tre libri recenti, di tre generi diversi (un graphic novel, una raccolta di racconti e un romanzo).

È vero, la letteratura sulla Shoah è già abbastanza nutrita, ma trovo bello e significativo  che ci siano giovani autori che ancora si confrontano, offrendo una nuova voce e una nuova prospettiva, con un tema così complesso e terribile. (Ed è tanto più bello e significativo di questi tempi, in cui purtroppo non è raro trovare chi la memoria, invece, ce l´ha corta.)

Continua a leggere